L’Oltrepò Pavese

L’Oltrepò Pavese

L’oltrepò pavese è un lembo di terra incredibile. Incastonato tra la pianura e la montagna, tra il Po’ ed il Mare.
Facile individuarlo su di una cartina geografia per la sua particolare forma che, guarda caso ricorda quella di un grappolo d’uva.
Basta una banale ricerca su google per scoprire che l’oltrepò viene automaticamente associato ai vigneti ed ai dei suoi vini ela presenza di questi filari ordinati che segue la sinuosità delle colline lo rende semplicemente bellissimo da vedere. Il momento migliore per godersi certi scenari è quando la luce del sole crea a suo volta forme sinuose ed enfatizza i colori.

Le fotografie che vi propongo in questo post sono state scattate tutte di recente.
Alcune di queste sono state scattate nella zona di Calvignano tra Casteggio e Montalto Pavese. altre poco più in alto seguendo la strada che porta in Val Tidone.
L’immagine della vigna con i pali in legno è stata scattata in Valle Staffora, ero molto vicino a Varzi, ed è una foto alla quale mi sono affezionato perchè sono “le vigne della mia valle” e quella luce calda che ho avuto la fortuna di trovare per me è la “luce di casa”.
La foto che ritrae il Lesima ed il Colletta invece fa parte di quell’ambiente che è l’alto Oltrepò. Una zona che ha un vago sapore di montagna, a tratti di selvaggio e che probabilmente è quella che preferisco.

Alcune di queste foto sono state pubblicate sul sito “100kmdaMilano.it” e sul sito di Expo 2015 con un articolo dal titolo “Tra il grande fiume e l’Appennino”

Seguimi sulla mia pagina Facebook oppure dai un’occhiata alla galleria LUOGHI D’APPENNINO

Articoli correlati:

Non sono presenti commenti

Commenta

Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi