Come fotografare le stelle cadenti

Come fotografare le stelle cadenti

Come fotografare le stelle cadenti?
È una domanda che può passarti per la testa se hai una reflex, è estate ed è il periodo vicino alla famosa notte di San Lorenzo.
E in effetti fotografare il cielo notturno e le stelle è davvero appagante. Una fotocamera, grazie alla sua capacità di catturare e amplificare la debole luce, ci può fare vedere un cielo che ad occhio nudo percepiamo in modo diverso. Un esempio su tutti è quello della Via Lattea che in fotografia appare con uno splendore incredibile. Basta guardare la galleria “astrofotografia” sul sito di Juza per capire cosa si può arrivare a fotografare

Per capire come fotografare le stelle cadenti dobbiamo puntare tantissimo su un fattore poco tecnico: la fortuna! È abbastanza banale ma è così, è impossibile sapere dove una meteora solcherà il cielo, quindi la cosa più sensata è scegliere un luogo panoramico, puntare al cielo ed immaginare dove vorremmo che comparisse il nostro meteorite!
Ma vediamo almeno come prepararci tecnicamente con un breve elenco:

Avere un cavalletto (obbligatorio per le lunghe esposizioni). Fissiamolo bene a terra e posizioniamo la fotocamera “in bolla”. Io utilizzo un treppiede Manfrotto che mi assicura stabilità e precisione nelle piccole regolazioni
Procurarsi una torcia per farsi luce durante le operazioni. Meglio se una torcia frontale che ci lascia le mani libere. Io utilizzo questa e la trovo ottima perché è sia a led che a incandescenza
Disattivare dall’obiettivo la funzione di stabilizzazione (sul cavalletto è inutile e controproducente)
Disattivare la messa a fuoco automatica e posizionarsi manualmente su “infinto”. (ecco perchè è indispensabile avere un po’ di luce)
Disporre di un telecomando per scatto da remoto o in alternativa selezionare lo scatto ritardato di 2 secondi (o più).
Impostare un tempo di posa di 30 secondi (evitare tempi più lunghi)
Aprire il diaframma al massimo della possibilità della nostra lente
Spingere gli Iso abbastanza in alto per catturare la luce delle stelle
iniziare a scattare e a sperare 

Nella foto che ho scattato ho scelto come ambiente quello di un bel vigneto della Valle Staffora e per iniziare ho fatto qualche prova per capire la composizione della foto: al buio non sempre è facile vedere quanta porzione di terreno e quanta di cielo si sta inquadrando. Una volta trovata la composizione che più mi piaceva (a 24mm quindi con un grandangolo) ho iniziato a scattare con un tempo di 30 secondi. Oltre questa soglia le stelle iniziano a non essere più dei punti luminosi ma diventa percepibile invece la scia da movimento. (questa regola è strettamente legata alla lunghezza focale a cui scattiamo però)
Ho aperto il diaframma al massimo che potevo: f2.8 e visto l’orario (intorno alle 21 di una serata di agosto) con gli ISO mi sono portato solo ad 800.
Con la torcia frontale ho illuminato per un istante il palo in legno della vigna per farlo risaltare meglio sul cielo. Tenete presente questo trucco perché nella fotografia notturna è molto utilizzato e permette di avere un po’ di luce su un soggetto altrimenti buio.
Perchè è importate utilizzare un telecomando o lo scatto ritardato?
Toccare la fotocamera la farà inevitabilmente muovere e non vogliamo per niente una foto mossa! Un ritardo di 2 secondi, o meglio 10, farà passare il tempo necessario perché smetta di vibrare dopo avere premuto il pulsate.

Dopo qualche tentativo ho avuto una botta di fortuna incredibile!! In fondo le stelle cadenti sono un po’ magiche e il modo migliore per approcciarsi a questo genere di foto è godersi la magia di un cielo notturno con tutta calma e aspettare di vedere la lascia luminosa!
L’unico trucco, oltre agli accorgimenti tecnici è davvero quello di tentare e sperare di avere fortuna!

Quando avrete il vostro scatto fortunato non vi resterà che postprodurlo. Fate attenzione al colore del cielo, soprattutto se è presente dell’inquinamento luminoso dato da paesi e città vicine. Tenderà sicuramente al giallo/arancio. Io lo trovo pessimo, ma basta usare lo strumento per il bilanciamento del bianco in Lightroom o Camera Raw per portarlo ad un blu più….notturno e stellare!

Se hai provato sarei felice di vedere i tuoi risultati, contattami!
E se vuoi tentare un’altra impresa notturna ti rimando a questo altro articolo!

Non sono presenti commenti

Commenta

Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi