Il Ponte del Diavolo a Bobbio

Il Ponte del Diavolo a Bobbio
Il Ponte Gobbo o Ponte del Diavolo

Il Ponte Gobbo di Bobbio (Pc)

Il Ponte Gobbo o Ponte del Diavolo è diventato fotograficamente ormai un clichè.
Praticamente qualsiasi appassionato di fotografia in Italia che ama viaggiare un po’ viene a Bobbio a fotografarlo, per poi passare ovviamente alle Cinque Terre, alle Tre Cime di Lavaredo e via dicendo.
Luoghi che ci invidiano in tutto il mondo, ed anche il Ponte Vecchio in effetti merita perchè è davvero un posto bellissimo, ricco di storia e leggende, come del resto merita di essere visitata la piccola cittadina di Bobbio.
Uno dei pochi paesi che funzionano nel mio Appennino, capace di valorizzare l’immenso patrimonio storico e culturale a disposizione.
Negli ultimi anni, nonostante Bobbio per me sia geograficamente “casa”, non sono mai andato appositamente per fare foto, forse per l’overdose visiva alla quale mi ha esposto Facebook, forse a causa delle ossessioni fotografiche di qualcuno che l’ha proposto con il tramonto rosso, con il tramonto viola, con il cielo nuvoloso, con la neve, con le stelle, con la luna, con stracciatella e cioccolato.
Sta di fatto che in un sabato pomeriggio senza condizioni meteo degne di nota sono salito al Penice per scendere velocemente a Bobbio ed infilarmi sotto al Ponte Gobbo.
Dopo qualche fotografia di rito classica, come quella di copertina a questo post, ho provato a pensare ad una visione più dinamica, così ho avvicinato pericolosamente la mia fotocamera con montato un 14mm.
Per avere un effetto decente sull’acqua ho scattato a circa a 1/10 – 1/20 di sec. a mano libera rendendo inutili un sacco di foto ovviamente, ma tra le raffiche ho trovato qualche scatto non troppo mosso.
Le gocce d’acqua ovviamente erano ovunque, ma ho deciso di tenerle e non pulire la foto. È sicuramente un’immagine “sporca” non nitida, ma non mi importa, a me piace (e poi questa foto del ponte la dovevo inserire nella mia galleria LUOGHI D’APPENNINO).
C’è tutta la potenza della Trebbia, del suo scorrere incessante sotto il ponte. Spero si respiri un po’ di leggenda 🙂

 

(le due foto sono molto diverse tra loro perchè ho scelto per entrambe una postproduzione molto differente. La foto verticale presenta un elaborazione più complessa nelle luci)

 

Seguimi su Facebook o leggi altri articoli nel Blog

 

C'è 1 comment

  1. Daniela Brocca

    Però è bello , dai, anche se visto in tante foto.Con quella luna , poi…Io dal vivo non l’ho mai visto. Sei bravo davvero, Valerio.


Commenta

Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi